Menu Orizzontale What Girls Want: 70 anni di Bikini: ma in realtà è molto più antico

Wednesday, 6 July 2016

70 anni di Bikini: ma in realtà è molto più antico




Ieri il famigerato #Bikini compiva 70 anni, ma le prime apparizioni di questo capo sono molto più antiche e storiche; la prima apparizione avvenne in Sicilia, quando nel tardo periodo imperiale veniva utilizzato per praticare gli sport, ed in special modo l'atletica. Ma quando questo capo è diventato così di culto?? Un venerdì qualsiasi, un 5 luglio qualsiasi, di un anno qualsiasi come 1946, questo capo nacque ufficialmente, e ieri ci siamo prestati a festeggiare il suo compleanno. Fu Louis Reard, un couturier francese, ad inventare il bikini per come lo conosciamo noi. Alto sui fianchi, ma mostrava l'ombelico, con delle coppe molto più piccole, un capo moderno e sexy, per donne giovani ed emancipate, ma che venne immediatamente considerato scandaloso! L'onda e la popolarità del Bikini, sia negativa che positiva, esplose come una bomba, ed infatti il nome deriva proprio dalla bomba che in quello stesso anno venne fatta esplodere dagli USA nel pacifico, nei pressi dell'atollo Bikini.  A renderlo famoso fu la ballerina Micheline Bernardini che nel Casinò de Paris lo indossò durante uno show a bordo piscina. Persino il concorso per Miss Mondo del 1951 lo mette al bando, mentre un anno dopo una sconosciuta Marylin Monroe lo indossa in Clash by Night. Mentre a Miss Italia nel 1947 fece furore Gina Lollo Brigida fasciata nel suo bikini insieme alle altre concorrenti. 
 
In Europa la capitale del bikini diventa la Costa Azzurra, quando la controversa Brigitte Bardot ne sfoggia uno molto succinto sulla Croisette a Cannes, nel 1953. L’anno prima era stata protagonista del film Manina, la ragazza senza veli , in cui indossava un bikini, per l'appunto. In America, i bikini micro vengono indossati dalle pin-up più sexy, ma ad Hollywood sono considerati ancora una scelta azzardata.

Il bikini entra nel guardaroba di sempre più ragazze e donne. Le mutandine ora sono tagliate a vita bassa e non hanno più quel grembiulino che negli anni '40 serviva a coprire maggiormente le gambe.  Negli Stati Uniti è tempo di Beach boys e surf culture, ma uno dei bikini più iconici di tutta la decade è stato indossato da Ursula Andress nella serie di film britannica di James Bond. Nel '64 anche il magazine americano Sports Illustrated comincia a stampare annualmente un edizione speciale con una selezione i bikini, indice di quanto questo capo di abbigliamento fosse ormai divenuto comune per ogni donna.
Negli anni '70, decennio di ribellioni e nuove mentalità, il bikini diventa sempre più succinti (un po' come oggi in effetti), probabilmente i costumi di oggi sono il frutto delle creazioni di quegli anni, dove infatti nacquero i primi tanga ed i primi costumi all'uncinetto (molto fashion quest'anno)!
 
Nella decade successiva, l'idolo delle donne era Jane Fonda, che co la sua aerobica insegnava alle donne americane a prendersi cura del proprio corpo attraverso la ginnastica. L'aerobica aveva sicuramente introdotto una nuova linea di stile, da completini super stretch e fluo agli scaldamuscoli che venivano indossati anche per uscire. I fisici atletici portati dallo sport dovevano quindi essere ancora più mostrati ed enfatizzati, tanto che i costumi riducono sempre maggiormente le loro dimensioni ed vengono enfatizzati da colori fluo e super sgargianti. I costumi sgambati degli anni '80 continuano anche negli anni '90 dove permane il mix del bikini come lo conosciamo oggi, laccetto e sgambato per la mutanda e forma a triangolo per la parte superiore, probabilmente il modello di costume più noto e indossato al mondo.
 
Il bikini è probabilmente uno di quei capi di abbigliamento che resteranno per sempre nella storia della moda, come la minigonna o le scarpe con il tacco! Una di quelle conquiste femminili che hanno dimostrato al mondo l'accresciuta indipendenza femminile nel mondo occidentale; una conquista che molte donne non sanno apprezzare, una conquista che molte donne non conosceranno mai, una conquista che molti uomini ancora non accettano. Il bikini, oltre ad essere un pezzo di stoffa fashion per andare in spiaggia, è anche uno dei simboli più rappresentativi della crescita della donna da inizio '900 ad oggi!
 
#BIKINI
#NEWEDITORIAL
#LaStoriaInUnPezzoDiStoffa
XOXO
 
 




No comments:

Post a Comment